I localizzatori GPS: gli utilizzi più smart dei tracker

Posted by Iulia Danilet on 10-feb-2022 10.49.00

Lo sviluppo della tecnologia GPS ha fatto sì che sempre più essa diventi parte integrante della nostra vita quotidiana. Ottenere informazioni stradali, inviare la posizione ad un amico o tracciare i km fatti durante l'allenamento ora è più semplice che mai: il GPS ci facilita la vita con la navigazione, per monitorare i beni o per tracciare noi stessi e i nostri cari. 

 


tracker gps localizzatore

 

I benefici di questa tecnologia hanno portato via via al suo perfezionamento e la sua efficacia ha aiutato sempre più aziende nella gestione della loro attività.

 

Se non hai ancora un GPS tracker e vuoi aumentare il livello di sicurezza del tuo business o semplicemente vuoi sentirti più tranquillo riguardo la posizione dei tuoi cari, un GPS tracker può essere la soluzione giusta per te. Perché? Ti rispondiamo di seguito.

 

I sistemi di localizzazione

Come funzionano - curiosità, storia e analisi tecnica

La tecnologia GPS (Global Positioning System) mette in contatto satelliti, stazioni terrestri e ricevitori. Questi ultimi si trovano nei sistemi di localizzazione, come anche nei nostri cellulari, e usano il segnale incorporato per seguire almeno 4 satelliti e determinare quanto un punto è lontano da loro così da rilevare la posizione precisa.

 

Inventato dalle forze militari americane nel 1978, allora con il nome di Navstar, il GPS viene a funzionare per la prima volta soltanto nel 1995 per poi essere utilizzato anche sulle auto a partire dal 1996. Dal 2000 in poi invece tutti i civili possono accedere a questa tecnologia grazie all'espansione della rete e all'abbattimento dei costi dei dati mobili. Il GPS non ha bisogno di Internet o segnale telefonico per funzionare correttamente ma se li ha diventa più veloce, preciso e quindi più efficace.

 

Il GPS è gestito da US AIR FORCE ma ci sono anche altri satelliti, Glonass russi e Galileo il sistema di localizzazione europeo, per offrire maggiore precisione.

 

Come funziona il localizzatore GPS per auto e camion?

Per far sì che i dati di posizionamento presi dal GPS arrivino all’utente finale i sistemi di localizzazione utilizzano la tecnologia GPRS (2G) per inviare queste informazioni. Tramite l'utilizzo della rete questi dati vengono mandati ai server, dove vengono analizzati ed elaborati al fine di monitorare e registrare su una interfaccia software l’attività dei veicoli su cui i satellitari sono stati installati. I localizzatori GPS per auto più semplici, invece, non inviano dati su delle piattaforme software ma si limitano ad inviare SMS su un numero di cellulare impostato ogni qualvolta viene interrogata la posizione.

 

Leggi anche: Localizzatore GPS per auto: come funziona?

 

Utilizzo dei tracker GPS

Come dicevamo anche all’inizio di questo articolo, l'uso del tracker GPS viene impiegato sia a livello personale che nella gestione delle attività aziendali.

 

Utilizzo dei GPS tracker a livello personale

Nell’utilizzo personale il GPS ci aiuta ad esempio con la navigazione quindi a fornirci informazioni per spostarci da un indirizzo ad altro, a registrare la nostra attività sportiva o a condividere la nostra posizione con qualche amico. 

 

Sempre nella nostra quotidianità mediante il tracker GPS riusciamo a rintracciare gli oggetti come telefoni, orologi, borse e valigie. Una comodità che ci viene utile soprattutto quando non troviamo il telefono.

 

Oltre a rintracciare gli oggetti, il GPS tracker può aiutarci ad essere aggiornati sulla posizione dei nostri cari: degli animali domestici, che una volta usciti potrebbero perdersi, dei nostri figli - grazie alla localizzazione possiamo essere tranquilli riguardo la loro posizione, soprattutto nelle città affollate o della posizione delle persone anziane che da sole potrebbero non trovare la strada per tornare a casa. 

 

Leggi anche: GPS sull'auto aziendale non vuol dire seguire i dipendenti

 

Utilizzo dei tracker GPS a livello business

A livello aziendale la tecnologia GPS insieme alla telematica hanno portato reali vantaggi. Ora è molto semplice e anche economico ottimizzare i costi di utilizzo dei veicoli, risparmiare il carburante e inquinare meno. Grazie ai numerosi benefici riscontrati con la localizzazione GPS delle auto sempre più aziende, di diversi settori scelgono di investire in un servizio tale.

 

Benefici del localizzatore GPS per auto 

Come responsabile della flotta, il tuo tempo è prezioso in quanto devi gestire il personale ma anche tutte le attività che riguardano i mezzi a loro dedicati: devi misurarne i consumi, monitorarne l'utilizzo ed anche essere aggiornato con le modifiche legislative. 

 

A tutte queste attività bisogna dedicare un’attenzione particolarmente elevata, a maggior motivo ora che la pandemia può portare cambiamenti imprevisti in azienda. Per questo motivo è essenziale che tu sia sempre informato sull'attività dei mezzi, sapere se riscontrano difficoltà sui loro percorsi e se gli autisti sono in sicurezza.

 

La maggior parte dei localizzatori GPS utilizza Google Maps e una connessione dati GPRS per trasmettere dati sul veicolo in movimento. Tuttavia, un'efficace soluzione telematica ti aiuta a monitorare le attività della flotta anche quando i veicoli si trovano in aree prive di segnale GSM (montagne, deserto, ecc.). La soluzione di monitoraggio GPS in tempo reale di SafeFleet, ad esempio, utilizza anche una connessione satellitare (SafeFleet Global) che consente di localizzare e tracciare veicoli in qualsiasi parte del mondo, indipendentemente dalla copertura del segnale GSM; la cosa importante da sapere in questo caso è che l'individuazione della posizione dei veicoli nella flotta può essere effettuata solo quando si avvia il motore dell'auto, il tempo stimato per aggiornare la posizione dell'auto sulla mappa è di 10-12 secondi e la posizione attuale può essere aggiornata rapidamente attivando l'opzione "Vehicle Tracking".

 

Utilizzare un localizzatore per auto o camion come SafeFleet, può rivelarsi estremamente utile perché potresti:

  • osservare in tempo reale lo stato dei veicoli del parco auto: posizione, velocità, azimuth 

  • stimare l'orario di arrivo e consegna

  • ottimizzare i tempi di percorrenza e di conseguenza ridurre il consumo di carburante e l’inquinamento

  • ottimizzare l'utilizzo dei veicoli attraverso l'analisi dello stile di guida

  • controllare il rispetto dei tempi di guida e di riposo

  • implementare un programma di manutenzione preventiva

 

Oltre a questi, lasciamo trasparire i benefici del Portale SafeFleet direttamente da alcuni dei nostri clienti, che operano in settori diversi:

 

Distribuzione:

“Grazie al sistema di monitoraggio GPS di SafeFleet, abbiamo sventato un tentativo di furto di uno dei nostri mezzi.” - Regillo Service

 

 

Enti pubblici:

"La scelta di installare i GPS per il controllo spazzaneve è nata dalla necessità di fare un confronto sulla rendicontazione delle ore di lavoro e un conteggio di quella che possa essere l'intera attività che i mezzi svolgono. Noi avendo 3 affidamenti, su 3 aree diverse, il servizio ci ha permesso di rendere l'intera attività, che prima era fatta manualmente, automatizzata e quindi di ottimizzare quelli che sono i processi di rendicontazione.

Siamo già al secondo anno di utilizzo e ci troviamo bene. Il servizio è piuttosto semplice da utilizzare nonostante registri tantissime informazioni. Apprezziamo la possibilità di dividere gli automezzi con cui lavoriamo in flotte separate, secondo la zona di affidamento. Inoltre, il fatto che possiamo scaricare dal programma i report di attività già autocompilati filtrando il lavoro in base alle zone di nostro interesse, per noi è un vantaggio ulteriore."Arch. Silvia Nesi, Comune di Sambuca Pistoiese (PT)

 

 

Sicurezza in barca:

"Siamo un'azienda di locazione cabinato a vela e motoscafi, scuola nautica e scuola vela che opera sul Lago di Garda dal 1997. Siamo con SafeFleet dal 2014; prima collaboravamo con un'altra azienda di gestione flotte tramite monitoraggio GPS, ma non eravamo contenti del servizio. La motivazione per la quale ho cambiato gestore è anche quella che mi permette di noleggiare il sistema e non necessariamente acquistarlo. Abbiamo conosciuto SafeFleet attraverso la pubblicità sul web, e abbiamo iniziato ad utilizzare il servizio. I problemi che abbiamo risolto sono la localizzazione in tempo reale dei mezzi in caso di temporale, guasti o incagli, i consumi e il controllo dell'accesso in certe zone private. Noi la raccomandiamo a chiunque fa il nostro lavoro o ha necessità di un servizio simile." - Pietro Scontrino, Garda Yachting Charter

 

CTA articolo blog tracking-1